Presentati stamane a Flero (Brescia) i sistemi Indinvest con il performante Dogma in prima linea.

Gran festa stamane a Flero, alle porte di Brescia, per celebrare in contemporanea due avvenimenti: il 20.mo anniversario di fondazione del distributore di profili per serramenti Profilati Brescia Sistemi e la sua alleanza con il gammista Indinvest. Un centinaio i presenti, soprattutto artigiani serramentisti dell’alluminio, “sopravissuti” alla crisi dell’ultimo decennio, ma con tanta voglia di fare.

Occasione colta per presentare i sistemi Indinvest soprattutto la nuova gamma Dogma. Campioni di finestre, porte e alzanti scorrevoli Dogma facevano bella mostra di sé nei nuovi e geniali megaespositori Pop Up con tanto di sistema di illuminazione e visual display. In effetti quella di Flero è stata prima uscita dei Pop Up dopo la presentazione-lancio di settimana scorsa a Lasa Metalli. Da un lato Mario Capelli e Valentino Olivari soci dell’azienda bresciana assieme a Gianni Duina e Mario Galli. Lato Indinvest il presidente Roberto Antichi, il direttore commerciale Michele Bianco e il responsabile sistemi per edilizia Pierluigi Santarelli. Partner dell'evento la rivista Nuova Finestra e il sito guidafinestra.it rappresentati dal direttore editoriale Ennio Braicovich di DBInformation.

Lo sviluppo da prodotti 'verdi'

Tutto secondo programma con i saluti di benvenuto di Capelli,e la presentazione da parte del presidente di Indinvest: estrusore di primo piano, gammista capace di innovare integralmente con Dogma le gamme per rispondere alla sfida energetica con prodotti ‘verdi’ fin dall’origine. Infatti Antichi ha messo in luce la riciclabilità all’infinito dell’alluminio.

Non a caso Indinvest, oltre a sfornare 42 mila tonnellate di estrusi per tante applicazioni, produce 62 mila tonnellate di billette di alluminio che tornano in ciclo ridiventando profili per infissi ed estrusi per tanti altri impieghi. E quindi gli infissi Indinvest sono verdi due volte: anzitutto perché contribuiscono a risparmiare energia e salvare l’ambiente e poi perché, a fine vita, ritornano virtuosamente in circolo.

A Pierluigi Santarelli è spettato il compito di illustrare in dettaglio le prestazioni del nuovo sistema Dogma progettato per essere inserito in ogni zona climatica d’Italia (anche in zona F) infrangendo la barriera dell’1 W/m2K. In arrivo, in autunno, la ancora più performante serie Dogma Pro, che avrà prestazioni da casa passiva.

Ennio Braicovich, direttore editoriale di Nuova Finestra, ha tratteggiato lo scenario di settore dopo questi ultimi terribili 10 anni: l’andamento dell’edilizia e le sue prospettive, i movimenti all’interno del settore serramenti che ha pagato duramente la crisi con un -40% rispetto al 2008, i fattori di cambiamento cui occorre stare attenti se si vuole intraprendere una strada di sviluppo. C'è ancora spazio di sviluppo per gli infissi in alluminio se si abbracciano prodotti virtuosi e si intraprende in maniera decisa la strada della formazione a 360°.

Il ruolo del distributore e dei serramentisti

L'evento di Flero ha confermato l'importanza del ruolo del distributore di profilati, un ruolo che sembrava messo a repentaglio dalle politiche commerciali di alcuni gammisti.Spiega Roberto Antichi: "Ha un ruolo fondamentale perché un distributore proattivo rappresenta un aiuto formidabile a tanti artigiani e, oltre a essere un partner commerciale, rappresenta per noi un'antenna straordinaria capace di trasmettere ai nostri uffici tecnico e commerciale preziose indicazioni su necessità, tendenze e priorità dei serramentisti".

Profilati Brescia Sistemi, Flero (BS) opera nel campo della distribuzione di profili commerciali per edilizia, soprattutto in Lombardia. La linea di sistemi Indivest, Dogma soprattutto, si affianca ai prodotti di Ponzio Sistemi per mettere a disposizione, sottolinea Mario Capelli, “un maggior ventaglio di offerta commerciale”.

Il distributore conta qualche centinaio di clienti soprattutto artigiani serramentisti dell’alluminio. C’è qualcuno che lavora anche il ferro o il legno. Il cliente tipico è la famiglia o il privato. Sono artigiani impegnati soprattutto nel residenziale e nel piccolo non residenziale (uffici, commerciale) e fortemente radicati nelle loro realtà “il cui bisogno oggi è avere sistemi in alluminio molto performanti dal punto di vista termico ma disponibili a prezzi di mercato interessanti” evidenzia Capelli.

Sono serramentisti che hanno quasi tutti inserito nelle loro aziende anche infissi in pvc “per rispondere alla crescente richiesta spontanea del mercato”. Qualcuno con produzione ma soprattutto con la vendita.
Prevalentemente trattano prodotto estero, ci viene segnalato. Da notare che qualche artigiano, dopo le esperienze con prodotti oltre frontiera, è tornato alla finestra in pvc made in Italy. Una piccola minoranza ha un proprio showroom, quasi sempre collocato all’interno dell’azienda. Qualcuno negli anni passati ha tentato di aprire uno showroom al di fuori e lontano dall’azienda ma è tornato sui suoi passi facendo fatica a trovare personale competente per ripagarsi i costi della rivendita.

Parecchi i giovani presenti. Buon segno per il futuro del settore. A fine incontro, casoncelli per tutti oltre a tante altre prelibatezze bresciane, un ottimo Franciacorta e l'immancabile torta d'anniverario.



« Torna indietro